Camere di design per piccoli padroni di casa

L’ultima volta abbiamo parlato della camera da letto dei grandi…stavolta, invece, parliamo del design adatto ai più piccoli! Chi l’ha detto che la camera dei bambini non può essere di design? Con un po’ di attenzione agli accostamenti e qualche scelta oculata, sarà facile arredare la loro camera in modo davvero creativo e allo stesso tempo adatto ad interminabili ore di gioco. Non dimentichiamo che molte delle regole che valgono per i grandi possono essere adatte anche ai piccoli di casa; scopriamo insieme come creare la camera di design a misura di bambino.

 

room8

 

foto via Petit&Small

Innanzitutto, anche qui il discorso del colore riveste un ruolo fondamentale; mobili, pareti e stoffe vanno scelte con tonalità chiare e pastello. A differenza della camera dei grandi, che può avere anche delle tonalità scure per conciliare l’introspezione (se ti sei perso qualcosa a riguardo, dai un’occhiata qui!), è bene che la camera dei più piccini non abbia colori forti. Infatti, il bambino deve sentirsi protetto e calmato, proprio come quando stava nella pancia della mamma. Per questo, le tinte da prediligere sono tinte pastello e di tonalità sul rosa, ocra, pesca, in generale tutti quei colori rassimilabili al colore della pelle.

Ma come strutturare una cameretta? E’ importante partire da una premessa, spesso non conosciuta o sottovalutata: in genere, il raggruppamento di più funzioni all’interno di una camera da letto – per intenderci, sonno, studio e gioco – non permette di trascorrere al meglio questi tre momenti, fondamentali nella vita di un bambino. Secondo il feng shui, le differenti funzioni non dovrebbero essere sovrapposte; per questo, nell’organizzazione degli spazi, se non si ha la possibilità di dividere la camera da letto dalla camera dei giochi in due ambienti distinti, è comunque opportuno suddividere lo spazio in modo netto per permettere al bambino di individuare facilmente le varie zone della camera.

Per la zona giochi, a questo punto, ci si può sbizzarrire, organizzando lo spazio con mobili, mensole e contenitori su misura di bambino, ad altezze ridotte per permettere l’accessibilità anche ai più piccoli. Per individuare la zona gioco può inoltre essere utilizzato un tappeto, che evidenzia la zona dove giocare. A quel punto, non vi resta che sbizzarrirvi con idee creative per riempire gli spazi con giocattoli in legno, matite, pennarelli e…chi più ne ha più ne metta!
room10

foto via Pinterest

Per la zona studio, invece, è interessante permettere al piccolo di avere una scrivania e una sedia tutte sue e su misura: sarà quindi perfetto ricavare un angolo, nella camera, dove collocare l’area attività di disegno, che poi si trasformerà gradualmente in area studio, ovviamente crescendo di dimensione proprio come crescerà il bambino!

Nella zona notte, il letto andrà collocato un po’ appartato, protetto, lontano dalle aree gioco e studio che invece possono risultare anche affiancate.

 

 

foto via Petit&Small

Ed ecco allora i cinque consigli per la cameretta dei bambini:

 

*TONALITA’ CHIARE, DAI MOBILI ALLE PARETI

foto via Bloglovin’

L’ho già detto tante volte, ma è davvero importante! Nella camera dei piccini sarà buona norma utilizzare colori pastello, avendo l’accortezza di utilizzare tinte che ricordano il colore della pelle (rosa, ocra, pesca, e così via).

 

*ORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI; SONNO, GIOCO E ATTIVITA’ DA TAVOLO

foto via Petit&Small

Come abbiamo visto, è importante suddividere gli spazi: zona notte e zona giorno, nella cameretta, vanno nettamente distinte e, laddove non possono essere collocate in stanze differenti, sarà comunque opportuno individuare aree della camera da destinare all’una o all’altra funzione, anche con tappeti collocati nella zona dedicata all’una o all’altra funzione.

 

*MOBILI E SCAFFALI SU MISURA DI BAMBINO

foto via Marie la Pirate

Ormai tantissime sono le scelte in merito di arredo su misura di bambino. Per citarne una tra le tante, accessibile, ad ottimo mercato e con un design assolutamente accattivante, Ikea propone tantissime soluzioni per andare in contro ai piccini e creare dei piccoli angoli dove possano sentirsi nel loro mondo, e con un tocco di fantasia…tutto sarà ancora più dolce!

 

*STUDIO E ATTIVITA’ DA TAVOLO

foto via J’aurais pu m’appeler Marcel

Per quanto riguarda le attività da tavolo, che spaziano dal disegno alla pittura, dalle attività manuali (pasta al sale, didò e dash, tra le tante…) alle attività creative, dotare la zona con “seggioline” e “tavolino” su misura sarà utile perchè il bambino si senta a proprio agio nella creazione delle sue prime piccole opere d’arte. E chi l’ha detto che questi debbano essere antiquati?!

 

*UNA TENDA PER SENTIRSI AL SICURO

foto via Marias Vita Bo

Quando l’ho vista, me ne sono innamorata. Non solo perchè trovo che sia un oggetto davvero trendy da mettere in una cameretta. E nemmeno soltanto perchè trovo che sia uno dei posti più belli dove vorrebbe stare un bambino. Avete presente quando non vedevate l’ora che i vostri genitori vi portassero in campeggio per poter stare dentro ad una tenda?! Ecco, esistono tende create apposta per essere montate in casa. Sono di Ikea, ma anche di Houseology, Dawanda e Nobodinoz. Credo che una tenda renda un bambino felice. E, volendo guardarla da un punto di vista più scientifico, il bambino ha bisogno di sentirsi protetto, e… cosa c’è di meglio di un rifugio nel quale poter trascorrere i suoi momenti di gioco?! Lo annovero tra i must-have della cameretta da letto dei bambini. Parola di architetto.

Leave a Comment

0