I sogni son desideri: come arredare la camera da letto

E’ dove ci sentiamo coccolati, accolti, protetti. Dove ci prendiamo il tempo per respirare, per leggere un libro prima di andare a dormire. E’ la camera da letto, la stanza forse più importante della casa che a volte passa in secondo piano. Sarà perchè “tanto gli ospiti qui non entrano”, sarà perchè “non ho tempo di rifare il letto”, o sarà semplicemente perchè quando ci si arriva si è già stanchi e quando ci si sveglia si ha fretta di incominciare la giornata. Invece, la camera da letto è una zona fondamentale, che va trattata con cura, facendo attenzione a colori, materiali e atmosfere che qui possiamo creare.



foto via Miss Jettle

Questo luogo, lontano dalla frenesia quotidiana, deve quindi essere arredato in modo da essere accogliente e di “abbracciare” i padroni di casa, facendoli sentire al sicuro. Il senso di protezione, l’intimità della stanza da letto sono aspetti che passano prima di tutto dalla sua collocazione: il feng shui, a questo proposito, indica come migliore collocazione quella che permette di raggiungere la camera da letto con un percorso avente due o più angoli retti dalla porta d’ingresso al letto.


foto via Creative Feng Shui

Per conciliare il sonno e il ritiro, l’arredo deve disperdersi alla vista, senza essere troppo evidente o imponente. Materiali delicati come legno chiaro, colori opachi in tonalità pastello, rendono la camera da letto un ambiente neutro e idoneo a svolgere la sua funzione. Le pareti devono essere semplici, anche queste bianche o al più tinte ancora una volta con tonalità pastello. Da escludere il verde, che secondo il feng shui non è una tonalità adatta a spazi chiusi, specialmente il verde acceso (verde mela, verde bambù e così via). In alternativa, si può utilizzare un colore scuro, come il blu notte, il blu balena o il grigio, applicandolo a metà altezza su una delle quattro pareti, in corrispondenza della testata del letto. Ciò darà un tocco delicato e sofisticato e, da un punto di vista energetico, questi colori scuri “smorzano” l’energia attiva, mentre conciliano l’introspezione, la quiete, l’accoglienza nell’ombra della notte (per inciso, è per questo che non è opportuno usarli su tutta la parete: un’eccessiva introspezione può far aumentare i pensieri, anzichè conciliare il sonno!).

Ed ecco le cinque mosse per avere una stanza accogliente e perfettamente rilassante:

*SCEGLI MOBILI CON COLORI CHIARI E TENUI

Prediligi il legno chiaro, trattato con una vernice opaca o satinata. Se opti per le tinte, scegli colori chiari, come il bianco o le tinte pastello. Davvero fini sono quelle colorazioni da legno che restituiscono un effetto opaco (dai un’occhiata a questi prodotti!).


foto via Avenue Lifestyle

foto via Avenue Lifestyle

*PARETI: NEUTRE CON TOCCHI “NOTTURNI”

E’ importante ricordare che, nel colorare una stanza (qualunque essa sia), è bene dare movimento ed evitare di utilizzare una tinta diversa dal bianco su tutte e quattro le pareti. In particolare, in una camera da letto è necessario mantenere colori semplici e non imponenti: sì alle tinte pastello (fatta eccezione per il verde!) e alle tinte scure (ma solo per metà parete).

*PUNTI LUCE

I punti luce in camera da letto sono di due tipi: il primo è quello necessario a illuminare tutta la stanza, il secondo è quello che serve a creare atmosfera e permettere un’illuminazione più delicata. Nel primo caso, il consiglio è di utilizzare delle applique a parete contrapposte o un lampadario non troppo evidente. La seconda tipologia, invece, è costituita dalle abat jour, che devono avere una tonalità calda e, dunque, che vira al giallo.

*STOFFE E BIANCHERIA: FRESCHE E LUMINOSE

Utilizzando stoffe chiare, magari con qualche stampa stilizzata, amplifichi l’effetto di freschezza e avvolgenza della camera da letto. Anche i colori scuri, come blu e grigio, sono fini e sofisticati, a patto che pochi elementi li presentino e che abbiano come sfondo un bianco o, al più, un colore pastello. Perfetta, quindi, la coperta blu notte sul piumone bianco!


*LE PIANTE

Questo ultimo consiglio non è molto in linea con le teorie del feng shui…ma trovo che sia davvero piacevole avere del verde in camera da letto, quindi non riesco a resistere dal darvi qualche dritta. Uno dei problemi di avere le piante in camera, è che queste rilasciano anidride carbonica durante la notte, che non è salutare per l’essere umano. Il mio suggerimento, qui, è quello di trovare quelle piante che fanno l’inverso…e cioè, che producono ossigeno di notte. Qualche esempio?! Sanseveria, Orchidea, Begonia, Aloe Vera…



foto via La Vida Es Bella

Alla prossima per… uno studio approfondito sullo spazio da dedicare ai piccoli di casa!

Firma-cuore3

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *